TOP NEWS     CRONACA     SPORT      GIOCHI     ECONOMIA     POLITICA     ATTUALITA'     EVENTI     CULTURA     INTERVENTI      rss

Asset Banca   auto San Marino   Banca CIS     Ricerca Hotel   TMS - Telefonia Mobile Sammarinese   APAS Associazione Protezione Animali Sammarinese

Il segretario di Gheddafi ‘abbandona’ San Marino. Bashir Saleh si è dimesso dalla fondazione Téresys

Bashir-Saleh-Bashir[resto del carlino] Sa abbia già lasciato la Libia è un mistero. Di sicuro ha abbandonato l’incarico che ricopriva a San Marino una ventina di giorni fa Bashir Saleh Bashir; il potente segretario particolare del rais Gheddafi, infatti era il presidente della fondazione Téresys, l’osservatorio internazionale per le politiche sociali, economiche e fiscali, con sedea Dogana. «Si è dimesso qualche giorno prima dell’inizio dei disordini in Libia» fanno sapere dagli uffici di via Tre Settembre. E infatti nel sito della fondazione sotto alla voce ‘president’ appare la scritta «Nomination in progress», Con la rivolta che infiamma il suo paese, Bashir Saleh Bashir si è dedicato completamente alla difesa di Gheddafi: secondo la stampa internazionale sarebbe infatti uno dei pochi fedelissimi ad avere accesso al bunker presidenziale e sarebbe l’uomo incaricato di reclutare mercenari perla difesa del rais. MA ANCHE in tempi di pace le apparizioni di Bashir sul Titano non erano granchè frequenti. «La fondazione è nata nel 2001 – spiegano Sempre dalla Téresys -. Ma in questi anni il presideute è entrato nei nostri uffici solo una volta. D’altra parte le attività della fondazione si tengono su palcoscenici più adatti alla missione dell’osservatorio intemezionale, Bruxelles, Bologna, Tripoli, Padova, Lisbona, Addis Abbeba: solo per citare alcune delle località in cui si sono tenuti incontri della ‘I’éresys. Nelle foto pubblicate sul sito l’ex presidente Bashir appare in compagnia di capi di stato africani, del presidente della Commissione Europea, Iosè Manuel Barroso, ma soprattutto di Romano Prodi. L’ex premier infatti era presente a numerosi incontri con Bashir Saleh Bashir, immortalati da molti scatti in cui appaiono intenti a a scambiarsi opinioni. E i punti di contatto frai due sono altrettanto numerosi. Fra i direttori della fondanone Téresys infatti c’è Piero Scarpellini che nel 2006 fu consulente della presidenza del Consiglio per i paesi africani e che è anche fra i dipendenti della Pragmata, società che condividecon la Téresys anche gli uffici di via Tre Settembre a Dogene. Scarpellini e Prodi qualche anno fa furono anche indagati nell’ambito dell’inchiesta Why Not di Luigi De Magistris. L’allora pr di Catanzaro aveva ipotizzato l’esistenza di una loggia segreta a San Marino in cui sarebbero stati presenti persone vicine a Romano Prodi. Al termine delle indagini però la Procura generale di Catanzaro aveva archiviato il procedimento per l’ex premier e per Piero Scarpellini «nell’impossibilità di dimostrare l’esistenza di un’associazione segreta denominata Loggia di San Marino”.

Filippo Graziosi

Resto del Carlino


0 Commenti a “Il segretario di Gheddafi ‘abbandona’ San Marino. Bashir Saleh si è dimesso dalla fondazione Téresys”


  1. Nessun Commento

Lascia un commento

Moderazione dei commenti