TOP NEWS     CRONACA     SPORT      GIOCHI     ECONOMIA     POLITICA     ATTUALITA'     EVENTI     CULTURA     INTERVENTI      rss

Asset Banca   auto San Marino   Banca CIS     Ricerca Hotel   TMS - Telefonia Mobile Sammarinese   APAS Associazione Protezione Animali Sammarinese

Giunge finalmente al Teatro Titano “A rubè poch us va in galera” la nuova divertentissima pièce del Piccolo Teatro Arnaldo Martelli

Teatro Titano[c.s.] Giunge finalmente al Teatro Titano di Città, i prossimi sabato 3 e domenica 4 marzo, il successo targato 2012 del Piccolo Teatro Arnaldo Martelli. Saranno, queste, le ultime date previste per la Commedia di quest’anno, stante l’inagibilità sopravvenuta del Teatro Concordia, che ci costringe a rinunciare alle ulteriori due rappresentazioni che erano invece state previste a Borgo Maggiore. Parliamo di “A rubè poch us va in galera”, tre atti comico brillanti di Stefano Palmucci, con i quali domenica scorsa la storica compagnia teatrale sammarinese ha sbaragliato l’agguerrita concorrenza e si è aggiudicata il premio “miglior compagnia” alla prestigiosa rassegna di teatro dialettale romagnolo dedicata a Fausto da Longiano che si svolge presso l’incantevole e suggestivo Teatro Petrella. Nelle lusinghiere motivazioni stilate dalla giuria di esperti presieduta dal giornalista de “La voce di Romagna” Diego Angeloni si legge: “Lo spettacolo è armonico e gradevole; grazie agli argomenti trattati, di estrema attualità, trascina il pubblico in un vortice di eventi che, seppur surreali, risultano credibili grazie alla fluidità interpretativa degli attori. la situazione comica della commedia è arricchita e scandita da battute esilaranti che ne rendono estremamente gradevole la visione. Il testo dipinge uno spaccato di Romagna dei giorni nostri, trattando problemi di estrema complessità in maniera attenta e profonda, sdrammatizzando il tutto con sottile ironia. I personaggi sono ben definiti con caratteri ben delineati e giustamente assortiti: ognuno di essi porta sul palco la sua storia, le sue piccole debolezze, in un perfetto equilibrio fra difetti e pregi. La commedia sottolinea come i principi morali dei romagnoli prevalgono anche sui bisogni più impellenti e, come con un po’ di buon cuore e generosità anche i problemi più gravi possano trovare una soluzione. Degna di nota è anche la scenografia, curata sin nei minimi particolari, elegante, ed il linea con l’ambientazione”.
I motivi del rinnovato ed ulteriore successo sono da individuarsi nella stretta attualità del tema trattato, nel testo comico, brillante e sempre garbato del collaudato Palmucci, nell’abbinamento attori-personaggi particolarmente azzeccato, nella magistrale bravura e simpatia dei consumati attori. A partire dagli storici e bravissimi Augusto Casali nella parte del divertente imprenditore derubato, Eugenia Sammarini che fa la madre allampanata e svampita e Giuseppe Gianni nei panni dell’imbranato assistente ladro; agli esperti Nello Casali nelle vesti del vicino di casa fin troppo innamorato della propria bicicletta, Filippo Hill nella parte del solerte appuntato e Stefano Palmucci che fa il ladro gentiluomo, ai confermati e validissimi Alida Casadei, la vicina di casa snob ed impicciona, Ivana Mariotti, nei panni dell’insopportabile ed opprimente moglie dell’imprenditore, Marco Schiavi nella parte del perspicace Ispettore e Samanta Bologna, la figlia dell’imprenditore, fino al debuttante assoluto Renato Rossi, il suo fidanzato.
I biglietti, al prezzo intero di 12 Euro e ridotto di 9 Euro, saranno disponibili a partire dalle ore 16,30 in poi del giorno di ogni rappresentazione presso il botteghino del Teatro Titano di Città.


0 Commenti a “Giunge finalmente al Teatro Titano “A rubè poch us va in galera” la nuova divertentissima pièce del Piccolo Teatro Arnaldo Martelli”


  1. Nessun Commento

Lascia un commento

Moderazione dei commenti